Detrazioni fiscali per ristrutturazioni, riqualificazioni energetica e bonus mobili : prorogati fino al 31 dicembre 2017

La Legge di Bilancio n. 232/16 ha confermato la proroga delle detrazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica, mantenendo anche per il 2017 le attuali misure:

* DETRAZIONE 65% per le “riqualificazioni energetiche” degli edifici esistenti, inclusi quelli relativi alle parti comuni degli edifici condominiali (ad es. sostituzione caldaia con modello a condensazione o pompa di calore, installazione di pannelli solari termici);

* DETRAZIONE 50% per “ristrutturazioni edilizie” e interventi finalizzati al risparmio energetico in immobili residenziali esistenti (ad es. sostituzione della caldaia con un modello ad ‘alto rendimento’, sostituzione di scaldacqua elettrico con un modello a gas, installazione fotovoltaico), in 10 anni, coi tetti di spesa e le modalità ormai note.

Inoltre, il “Decreto milleproroghe” (DL n. 244/16), infine, ha posticipato due obblighi di legge riguardanti il risparmio energetico, prorogando:

* al 30 giugno 2017 la termoregolazione e contabilizzazione degli impianti centralizzati, previa verifica dell’efficacia dell’intervento in termini di costi e risparmio energetico conseguibile (rif. art. 9, comma 5 del D.lgs. n. 102/14)
* al 2018 l’aumento dal 35% al 50% della quota di FER da prevedere, a copertura dei fabbisogni di energia termica, negli edifici nuovi o sottoposti a “ristrutturazioni rilevanti” (rif. Allegato 3 al D.lgs. n. 28/11).